Sisma e allevatori, un 2016 di emergenza e resistenza ad Amatrice come a Norcia

Vai subito alla lista delle aziende di Norcia e dintorni per un acquisto solidale

Sisma e allevatori, ad essere franata con i due terremoti del 24 agosto e il più recente del 30 ottobre è anche l’economia locale di un territorio composto in larga parte di attività agricole. Sono circa 900, infatti, le aziende a rischio, dedicate soprattutto all’allevamento di pecore e mucche al pascolo. Alcuni animali sono scappati dalla paura, altri sono morti nei crolli delle strutture o riportano traumi (nelle mucche, ad esempio, la produzione di latte è calata del 30%), altri sono adesso allevati in condizioni di emergenza assoluta.

Stalle e fienili non sono più utilizzabili, tranne che in alcuni casi, i sistemi di mungitura inagibili, i pastori costretti a fare la notte all’aperto, insieme al proprio gregge, per sventare quantomeno il pericolo lupi. AIA (Associazione Italiana Allevatori) e CIA (Consorzio italiano allevatori) sono in prima linea a portare aiuti agli allevatori cercando di sopperire a tutte le necessità primarie, che vanno dalla scarsezza di foraggio ai mezzi tecnici.sisma e allevatori 2016

In tutte le aziende colpite è necessario un intervento tempestivo con camper e roulotte per ospitare gli allevatori vicini ai greggi, ma anche provvedere ai ricoveri per gli animali, che con l’arrivo del freddo non potranno più vivere esclusivamente al pascolo come negli ultimi tempi. “I vitelli- racconta ad esempio un allevatore intervistato da Sky Tg24- potrebbero non superare la notte per il freddo, non sono abituati”.

Il Ministro Martina è intervenuto promulgando misure atte a contrastare le enormi difficoltà (raddoppio del contributo concesso per ogni capo di bestiame posseduto al 31 luglio 2016, oltre ai 221 milioni stanziati e la previsione di rimborso del 100% dei danni subiti) e la società civile, specie nella sua espressione di rete virtuale, non è rimasta a guardare.

Ci piace segnalare per prima l’iniziativa di RicostruiAmo Saletta, una frazione vicino ad Amatrice, una comunità che con un sito web raccoglie fondi e dimostra i progressi che si stanno facendo nella ricostruzione. Su Whatsapp abbiamo noi stessi ricevuto una segnalazione: “Di seguito nomi e recapiti di piccole aziende a conduzione familiare che vendono prodotti tipici di Norcia, acquistandoli si darà un contributo importante alle tante famiglie in difficoltà. Ci sono persone che hanno questi prodotti in magazzini considerati a rischio frana, ma non si allontanano per paura di essere derubati di quel poco che gli è rimasto (…)” e dalla stessa riportiamo le aziende coinvolte in una lista sottostante.

Ma vorremmo poter fare di più. Carneitaliana.it è un portale giovane, che si rispecchia in tutto il territorio nazionale. Proprio per questo vorremmo essere la voce degli allevatori migliori, della biodiversità, di chi sceglie vie sostenibili ed il megafono di chi, in emergenza, chiede aiuto.

Per questo mettiamo il nostro sito web ed i nostri social networks a disposizione degli allevatori che ricerchino un pubblico più ampio, per chiedere un aiuto, per collegare la possibilità di soccorso con una domanda precisa, per informazione e per aggiornare tutti i lettori. Ci rivolgiamo a tutti gli allevatori o proprietari di aziende agricole che vogliano fare sentire la loro voce e raggiungere più persone possibile: scriveteci nella nostra pagina contatti, faremo tutto il possibile per aumentare il volume e raccontare, sperando di aiutare.

Di seguito le aziende che ci sono state segnalate, mentre nell’immagine sono rappresentate le realtà riportate dal sito web del Parco Naturale dei Monti Sibillini.

Sibillini.net lista aziende agricole Norcia

Lista delle Aziende Agricole (segnalate di nuove se potete, aggiorneremo l’elenco!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *