Pranzo di Ferragosto, il menù di carneitaliana.it, ricette tradizionali

Il pranzo di Ferragosto è una tradizione italiana ed europea, in cui ci si ritrova con i parenti (talvolta lontani) e si preparano gustosi menù a base di ricette tipiche, quasi per ricordare le origini comuni, le fondamenta ed i fili che legano le persone.

Il nome di Ferragosto deriva dal latino Feriae Augusti, letteralmente “il riposo di Augusto”, ovvero il giorno in cui l’imperatore romano concedeva ai sudditi di riposare dopo le grandi fatiche del raccolto. A metà mese, infatti, le campagne hanno già prodotto una grande quantità di cibo e ci si comincia a preparare per il nuovo anno. Per questo i rituali, anche nel resto di Europa, legati a questa festività, parlano spesso di morte, rigenerazione e fertilità.

Il menù di Ferragosto prevede solitamente grigliate di carne o pesce o un pranzo al sacco, un pic nic in campagna o montagna a cercare un po’ di fresco nella stagione più calda. Tuttavia esistono dei piatti tipici che contraddistinguono il pranzo di Ferragosto, ricette Pranzo di ferragosto, ricetta tipica pollo alla romanaregionali che vanno a celebrare l’autenticità e la genuinità antiche.

A Roma, ad esempio, si cucina il pollo con i peperoni, mentre in Puglia si preferisce il galletto ripieno (con farcia a base di uova, salame e pepe). In Campania fanno bella mostra sulle tavole gli “zitoni”, diti di pasta conditi con il pomodoro ed in Umbria la fatica dei contadini veniva premiata a pranzo con gli gnocchi al sugo di papera. La Toscana porta con la celebrazione un detto: “Per ferragosto piccioni e anatre arrosto”, un pranzo che parla soprattutto di volatili (alcuni ripieni di finocchiona).

Ma se non volete ripescare i quaderni lasciati in eredità dalle vostre nonne, se agli ingredienti segreti preferite la semplicità, potrete semplicemente cucinare riso freddo, insalata di mare, panzanella, una bistecca di carne grass fed e parmigiana di melanzane. State in compagnia, gustatevi un delizioso pranzo e buon 15 agosto a tutti voi!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *