Cappone a Natale, ripieno, al forno o bollito, la tradizione si rispetta

Il cappone a Natale va ben oltre la marca di un panettone, chi lo cucina ripieno (ottimo con le castagne!) e chi lo preferisce al forno o bollito, è un tradizionale piatto che compare sulle tavole di tutta Italia.

Il cappone è una portata che rappresenta il periodo natalizio in egual modo che le lenticchie o il pandoro e per questo vi lasciamo tre idee su come cucinarlo, sapendo che tanto, in cuor vostro, avrete già scelto per la ricetta della nonna, quella che ogni 25 dicembre assaggiate con il sorriso sulla bocca. Che poi era la stessa di sua madre, che l’aveva presa dalla nonna…

Cappone ripieno

Sono molte le varianti, ma tra tutte quelle che abbiamo vagliato preferiamo suggerirvene una semplice, che unisca il gusto delle erbe e degli ortaggi a quello della carne, per celebrare il solito connubio a km0 tra aia esterna e cucina.
Il ripieno che vi proponiamo è fatto di pistacchi (20 g), radicchio rosso (100 g), rosmarino, prezzemolo, salsiccia (120 g), salvia, macinato di manzo grass fed (180 g), pan carrè o mollica di pane integrale (3 fette), un uovo.

Amalgamate la salsiccia con il manzo, mentre state già facendo cuocere il radicchio in abbondante acqua. Tagliate il radicchio e amalgamatelo insieme all’uovo, ai pistacchi ridotti in granella, alla carne ed al resto degli ingredienti (bagnate prima il pane nel latte).
Farcite il cappone e chiudetelo con uno spago da cucina in modo che non esca il ripieno. Posizionatelo in una terrina, spalmate di burro ed infornate a 180° per due ore circa.

Cappone al forno

Un procedimento meno complesso, ma gustoso e classico. Cominciate con lo scegliere le verdure di contorno, noi suggeriamo carote, carciofi, patate e cavolfiori.
Accendete il forno e riscaldatelo fino a 180°, in modalità ventilata. Preparate un trito di aglio, prezzemolo, rosmarino e salvia, ungete il cappone con il burro (oppure olio evo) e distribuite ovunque il trito.

Adagiate su di una teglia il cappone e ponetegli intorno le verdure (mondate) che avete scelto, spargendo un pizzico di sale ed un filo di olio.
Sistemate in forno e di tanto in tanto verificate il punto di cottura del cappone con una forchetta (tenete presente che le verdure saranno ben cotte entro una quarantina di minuti).

Cappone bollitocappone bollito con salsa

Senza cappone bollito che Natale è? il cappone a Natale è lesso per la maggior parte delle persone, per cui, ecco la ricetta più semplice dell’anno per festeggiare con i propri cari.
Lavate accuratamente il cappone e mettetelo a lessare dentro una casseruola, assieme a una cipolla, una carota ed un gambo di sedano.
Nel frattempo preparate la salsa: fondete 20 g di burro, aggiungete due cucchiaini di farina rasi e dopo aver lavorato il composto allungate con 250 ml di brodo. Una volta pronto tutto il composto potete aggiungere due cucchiai di panna e un tuorlo d’uovo.
Adagiate il cappone cotto su di un vassoio e cospargetelo con la salsa.

Buon Natale a tutti voi, buone feste e buon cappone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *