Per il dibattito di “A qualcuno piace carne” abbiamo chiamato in causa Andrea Radic, vicedirettore di Italia a Tavola, che si è dichiarato assolutamente parte del #TeamCruciani. Non un gol segnato (e palla al centro), ma un contributo essenziale da parte di uno degli attori principali del mondo del Food italiano, uno dei pochi capaci di raccontare con conoscenza, dettagli e passione la cucina, la tradizione, le ricette. Buona lettura!

A qualcuno piace carne, carne italiana locandina evento

Qual è secondo te il miglior motivo per mangiare carne ?

Innanzitutto dal punto di vista nutrizionale è un modo sano e gustoso per l’apporto di proteine. Venendo al piacere di mangiare, perché mangiare è un grande piacere, il gusto della carne nelle molteplici versioni, cotture e cucine è un gusto irrinunciabile.

Esiste un motivo per cui non mangiarla?

No. Esiste invece, come per numerosi altri alimenti, la consapevolezza che deve essere parte di un’alimentazione equilibrata e non esclusiva.

Cruda o cotta?

Entrambe ovviamente. La carne cruda è parte di numerose cucine regionali, tradizionali. Dalle mie origini torinesi sono orgoglioso di tirare una battuta di fassona o le meravigliose fettine i carne all’albese. Mi capita, quando mi trovo in una macelleria di alta qualità di assaggiarla direttamente al taglio

Cotta si presta a infiniti piatti e soprattutto i diversi tagli e le diverse bestie consegnano ai cuochi e ai commensali, rare esperienze di gusto. 

Se poi vogliamo spaziare, il cosiddetto “quinto quarto” è tutto da scoprire con preparazioni in umido, al sugo e fritte davvero godibili.

Raccontaci il tuo piatto preferito

A me pace il sapore della carne, quindi se devo sceglierne uno, dico: costata con l’osso che include il pezzo di filetto. Cottura rigorosamente al sangue e sale grosso aggiunto dopo che si scioglie per il calore.

Un pezzo di ciccia cui non so rinunciare 

Hai mai assaggiato la carne grass fed? se sì, come la descriveresti?

Ho avuto questa possibilità e proveniva da allevamenti controllati e certificati italiani o irlandesi. Indubbiamente è sana, ricca di vitamine ed è un’alimentazione corretta. Dal punto di vista del gusto, si percepisce la qualità. Voglio però dire che anche altre carni, da allevamenti tradizionali sono controllate e non dannose.

Cosa ripenseresti nel modello di allevamento?

Allevare animali da carne è un mestiere complicato e costoso. Chi lo fa bene deve considerare una molteplicità di elementi e azioni quotidiane per garantire la qualità. 

Quindi agli allevatori chiedo un alto controllo della qualità e soprattutto delle condizioni di allevamento. Se gli animali vivono felici e non stressati la loro carne sarà ottima. 

Al governo dovremmo chiedere sollievo fiscale. La bassa qualità, troppo spesso, è figlia dei margini troppo bassi a causa delle molteplici imposte.

Sei #TeamCruciani o #TeamInnocenzi? E perché?

Sono #TeamCruciani perché ha ragione Giuseppe 

Perché seguire l’evento “A qualcuno piace carne?”

Perché il dibattito è sempre bene accetto 

One thought on “A qualcuno piace carne, Andrea Radic”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *